accedi   |   crea nuovo account

Nani al guinzaglio

Ieri sera erano tutte in quel locale,
con ognuna il proprio nano al guinzaglio
tutte belle ben vestite agghindate
mille luci, la scarpa ed il fermaglio

Anche i nani tutto punto vestiti
Minismoking, minitight e cappottini
E i guinzagli pieni di brillanti
Di diamanti, zaffiri e rubini

Nel vociare di oche si apre la porta
È una donna senza nulla in dosso
È vestita solo di eleganza
Portamento ed un guinzaglio rosso

E su questo nessun nano comunque
Ma un Re alto due metri almeno
Statuario come fatto di bronzo
E con gli occhi di un fuoco osceno

È un fuoco che per millenni ha arso
Le peggiori, le mere oscenità
E tra poco ridurrà in cenere
Questi rifiuti della società.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Alberto Veronese il 09/03/2009 07:38
    epica e tragica. piaciuta molto.
  • Anonimo il 08/03/2009 21:33
    Dimenticavo...
    Personalmente non amo le maiuscole ad ogni inizio riga in poesie, come dire..., ma qui si prestano che è una meraviglia!
    Complimenti
    Contessa Lara
  • Anonimo il 08/03/2009 21:28
    Grande!!!
    Piaciuta molto
    Un saluto
    Contessa Lara
  • celeste il 08/03/2009 16:03
    Bella, invece di oscenità potrebbe star bene anche banalità. Brava oltre che originale

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0