accedi   |   crea nuovo account

Bianchi in tuorli d’Anima

Prima della Parola è la Luce

in Vibrazioni

spogliano nella sua nudità incorporea
una sacra vergine bellezza

Un foglio bianco

mi suggerisce
nelle sue sinuose linee curve

l’invisibile via
da seguire

silenziosamente scrivendo contemplo
in un rapido gesto

l’istante

Sono qui
sbattuto frastornato fra le rigide colonne del Tempo

nella stracciata scia d’Un misterioso disco solare sparirò

apparendo nel divino Tempio

in perpetuo veritiero inafferrabile elastico movimento

Qui nel mio vertiginoso vorticoso luminoso Centro

inversa-mente

Universalmente Corporeo!!!!

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anonimo il 09/03/2009 22:51
    Magnifica.
  • Anna G. Mormina il 09/03/2009 13:21
    "Prima della Parola è la Luce"
    ... la Luce ti sussurra le parole, e il foglio bianco si riempie di sensazioni, ispirazioni... di certezze!!!
    molto bella!... bacio-ro :o*
  • cesare righi il 09/03/2009 10:46
    e vai e vai e vai e voli e voli e voli. Magiche parole che vibrano.
    Ora per vendetta schiaccerò solo una stelletta, va beh essere buoni...
    Fatto! visto?
  • tanya belletti il 09/03/2009 10:08
    magia di un poeta che da vita a un foglio nudo.. bellissima!
  • Fabio Mancini il 09/03/2009 00:34
    Complimenti, Vincenzo, in questa poesia ci hai messo tutto te stesso. Bravissimo! Notte, Fabio.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0