username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

se muoio ora...

se muoio ora,
è perchè non ho il coraggio di fare un altro passo.

se muoio ora,
è perchè voglio che tutto rimanga così per sempre.

se muoio ora,
è perchè voglio conservare tutto questo tepore.

se muoio ora,
è perchè temo che anche una sola vibrazione possa infrangere
questo magico momento.


ed il mio corpo è ghiacciato ma le mie guance infuocate.


se muoio ora,
è perchè ho paura di dimenticare.


se muoio ora,
è perchè voglio rimanere così viva all'infinito.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

12 commenti:

  • c m il 15/08/2010 13:12
    grazie giovanni e grazie fiscanto anche se con più di un anno di ritardoo, meglio tardi che mai.
  • Fiscanto. il 03/06/2009 17:35
    BELLISSIMA!!!
  • Giovanni De Lombardis il 27/03/2009 11:19
    Caspita è finata? Che peccato... davvero era così bella. per carità
  • augusto villa il 10/03/2009 15:08
    Chissa' se quando si schiatta... esce la finestrina..."salvare le impostazioni"... mah... staremo a vedere... È un dubbio che mi tormenta...
    Sto facendo lo scemo... ma un fondo di verita' c'è!
  • c m il 09/03/2009 15:39
    il mondo e' bello perche' vario si dice
    ciao
  • Anonimo il 09/03/2009 15:24
    Ciao.
    Un bel 'testamento biologico'...
    Scusa, perdona l'ironia, il sacrilego delle parole da me sopra scritte, ma il mio pensiero stona con gli altri commenti; infatti della tua poesia non mi rimane molto... (Gusti molto molto personali).
    Un saluto
    Contessa Lara
  • c m il 09/03/2009 14:51
    ringrazio tutti per i bellissimi complimenti
    mi avete lusingata

    in ogni caso, morire ovviamente va interpretato come una metafora.
    e' la descrizione di un momento, in cui ci si rende conto che tutto e' come dovrebbe andare, tutto e' talmente perfetto che quasi quasi se si potesse morire ora, in quel momento, si morirebbe col sorriso, e lasciando tutto cosi' immutato, morire laciando in se il ricordo di quelle cose in un magico momento come se fossero in stallo, per paura che qualcosa, anche solo una vibrazione possa far cambiare tutto.
    per un momento non morire di tristezza, ma di felicita'.
    se fossi morta quella sera-cosa che non ho nessuna intenzione di fare- sarebbe stato come immortalare un qualcosa che non avrebbe mai potuto evolversi in meglio, perche' aveva gia' raggiunto l'apoteosi.
    infatti tutto e' scivolato, come ovvio, ma lasciando la sensazione di una morte che funge allo scopo opposto, una morte che e' esplosione di vita.

    buonagiornata a tutti
  • tanya belletti il 09/03/2009 11:29
    Se muori ora.. è perchè hai voglia di rinascere.. un nuovo cammino senza sofferenze, bella
  • Kiara Luna il 09/03/2009 10:11
    Morire... è rifiutarsi di accettare il cambiamento, di qualunque vita si stia parlando.
    Morire è avere paura di fare il passo e scoprire che ci sono in realtà, molti altri passi da fare..
    Molto intensa e bella.
  • Tony Golfarelli il 09/03/2009 08:03
    Terribile delicatezza nella cosa, descrizione piacevole di un momento finale, mi piace...
  • Fabio Mancini il 09/03/2009 07:55
    "se muoio ora, è perché voglio rimanere così (viva?) all'infinito" Penso che in quel "vivere" ci sia piuttosto il completamento della propria fine. Il vero dramma è che nella vita reale, molte persone seguono il tuo mezzo decalogo, pensando di vivere al meglio delle loro possibilità, coniugando l'incompatibile: la certezza del vivere quotidiano con il senso di libertà e d'avventura ispirati dall'animo. In questa discresia interiore, cosa fare per vedere ciò che realmente accade al di fuori di noi? Di sicuro tu non stai morendo... e questo mi rassicura. In fondo il mondo ha bisogno di poetesse brave e profonde come te. Un bacio per la tua bravura. Fabio.
  • Alberto Veronese il 09/03/2009 07:27
    delicata e avvolgente... mi da la senzazione di qualcosa di vellutato.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0