accedi   |   crea nuovo account

In punta di cuore sul lago...

Il lago al mattino era annaffiato d'ebbrezza,
il mare emulava con staffette di onde,
mentre volubile sfoggiava un mantello
con parate d'indaco, d'azzurro e d'incanto.

Soggiogato agli albori dalla corte focosa del vento,
era evaso assonnato da un torpore di luna,
e fatali eran state le folate d'amore,
tanto che spirali di bagnanti gabbiani
la voluttà dell'acqua avevan lasciato.

Intanto un pittore celato su in cielo,
con sprazzi di vele l'indeciso colore violava,
le giostrava con fili segreti,
accendendo lindo stupore
nei fili d'erba di occhi bambini.

Poi, verso l'ora sovrana dei cuori,
il sole chiudeva la teatrale passione del giorno,
e di rosa cuciva ponti di quiete fra acque e orizzonte,
mentre un monte appoggiato alle sponde
gongolava in questo splendore.

Una miniatura di faro ci stava a guardare,
mentre noi si guadava la vita a mani intrecciate,
e suadente ci sussurrava
che domani sarà un nuovo giorno d'amore.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Emy Puccini il 18/11/2009 11:14
    Brava, molto bella - ... sarà un nuovo giorno d'amore -
  • Fabio Mancini il 09/03/2009 22:59
    Bellissima! Ciao, Fabio
  • Anonimo il 09/03/2009 22:23
    Magnifica.
  • Anonimo il 09/03/2009 18:29
    Bellissima
    Ciao
    Contessa Lara

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0