PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L' "Affaire"

Dall'impalcatura del profitto
precipiti
senza àncora
senza protezioni
raggiungere il bisogno della vita

cadi, sfracelli

pronti vermi a svuotar carcasse
a riempire stomaci
insaziabili

a digerir prosopopee
d'inumana onnipotenza
insaziabili di vuoto lusso

essere più furbo
essere superiore di ogni legge
essere Dio dell' "Affaire"
essere pastore
che sacrifica il suo gregge
per ordine
del vacuo mondo
del "Club de' Milionaire"

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Riccardo Brumana il 09/03/2009 23:05
    poesia triste, forse figlia di questi tempi di crisi generale.
  • Anonimo il 09/03/2009 22:11
    Bellissima, bravo.
  • Anonimo il 09/03/2009 19:11
    Super! Hai colto nel segno...
    Ciao
    Contessa Lara

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0