accedi   |   crea nuovo account

Il Tabor

E Tu Maestro avanzi
con agil passo
verso l'alto monte,
ridente di verde vita.
Dietro di Te, affannati
con peso di domande,
arrancano i tuoi discepoli.
Ma, ecco, Ti raggiunge
calda, possente,
paterna voce,
che Ti ammanta di luce,
in gloria sacra
di Trasfigurazione...
Attoniti, trepidi
ora esultano i tuoi discepoli
e proclamano che Tu sei
il Messia a lungo atteso.
Ma ignorano ancora
il tuo dolorante
cammino della Croce!
...
Noi, nell'oggi della storia,
dimentichi di Tua presenza amica
e di nostra divina figliolanza,
viviamo trasfigurati,
disincarnati di umanità.
Con immane rabbia
ci contendiamo
pozze stagnanti
di sesso, di potere, di denaro.
Ma l'inquinata acqua
non spegne
nostra sete di pace,
non sazia
nostra atavica
fame di gioia!

 

0
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 04/10/2016 15:45
    Un sincero e dovuto plauso per questa tua bellissima.

4 commenti:

  • Cinzia Gargiulo il 13/03/2009 22:52
    Molto profonda! Un invito a riflettere.
    Brava!
    Ciao...
  • Marcello Caloro il 13/03/2009 16:47
    Volutamente proposta una impossibile similitudine; quella tra il monte della trasfigurazione di Cristo ed il monte che proviamo a scalare, ignari ed egoisti, per raggiugere il nostro misero fine terreno. Molto profonda. Complimenti. Ciao.
  • Anonimo il 13/03/2009 16:40
    Bella.
  • Vincenzo Capitanucci il 13/03/2009 08:33
    Trasfigurati... nelle luce di un acqua viva...

    Bravissima Rosarita... e di nostra divina figliolanza...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0