accedi   |   crea nuovo account

Cielo d'agosto

Perché sorridi a quel fugace pensiero
che sale irriverente a ricordarti due corpi sudati,
vestiti di cielo,
quando il cielo ha i colori della notte,
e la notte è la gran signora
che gioca col nostro amore segreto?


Perché ricerchi.. sfiorandoti con la mano
il delicato tocco di un petalo di rosa,
laddove quella rosa sono io
che nel precario silenzio estivo assaporo avido la felicità
che improvvisa sgorga dai tuoi occhi di luna piena?


Ascolta il ritmo del tuo cuore,
scandisce le ore che ancora mancano alle tue mani per stringere le mie,
ai tuoi occhi per tuffarsi nei miei,
ai nostri corpi per dimenticarsi di esistere
ed elevarsi ad un livello superiore,
oltre le cupe barriere della vita terrena,
nuvole solitarie in un cielo d'agosto.

 

3
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 02/12/2012 07:47
    ... più che una poesia
    sembra un dipinto,
    complimenti...

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0