username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

risveglio

Lo scontro è cessato..
i soldati si ritirano dal campo di battaglia,
e la calma scende sulla valle..
Il vento asciuga il sangue che bagna la terra
e con sè, porta via gli ultimi sospiri dei feriti,
senza lasciar traccia.

Le nuvole lasciano passare un po' di sole,
fino ad allora in ombra..
riprendono vita i suoni della foresta:
il fiume torna a scorrere rumoroso,
l'ape torna sul fiore calpestato..
e la vita continua.. la natura non si ferma..
nonostante i corpi trafitti a morte,
che immobili riposano sulle foglie d'autunno,
come loro, cadute prima del tempo..

Ma un nuovo sospiro di vento ne cancellerà il ricordo,
per far posto ad un fiore appena sbocciato
che spera di sopravvivere al prossimo inverno.

 

1
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 04/03/2010 20:25
    La battaglia che arriva e se ne va, lasciando alla natura il compito di cancellare ogni traccia d'odio e di dolore. Bella poesia.
  • Anonimo il 17/04/2009 18:51
    la bellezza sta anche nelle avversità. Saluti, Romeo.
  • antonio castaldo il 20/03/2009 20:34
    semplicemente... brava... continua
  • Vincenzo Capitanucci il 16/03/2009 06:42
    Un eterno rinnovarsi... attraverso i demenziali inverni freddi guerreschi della vita...

    Bellissima... Cinzia.. un sospiro in soffio di vento...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0