PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Passaggio nella luce

Eccomi giunto al fine
non per gioco, non per destino,
ma per fatalità.

Così vicino sembra il mio cammino,
lascio a te le mie impronte,
e dei miei domani solo illazioni.

Sento nel battito la paura,
poi nella mente mia la tua
e le tue certezza faccio mie.

Quanto è arduo il passaggio,
tutto il mio essere rimane ancorato
ad un presente ormai senza futuro,

ed il vento mi sussurra il tuo saluto.
Così, ormai certo di lasciarti,
per divenir in te come serenità,

parto.
Ti aspetterò, amor mio, senza frenesia,
cosicché noi nuovamente e gli altri in noi.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anonimo il 10/04/2010 22:13
    molto bella. Una poesia è un unione... di anime, sentimenti, pensieri e nostalgie
  • Anonimo il 16/03/2009 18:42
    Magnifica.
  • loretta margherita citarei il 16/03/2009 13:42
    bellissimo questo concetto di eternità
  • Anonimo il 16/03/2009 13:30
    Piaciuta
    Ciao
    COntessa Lara
  • Vincenzo Capitanucci il 16/03/2009 12:15
    Ah... questo Fato... che ci ha Fatto... un bel presente... presente... donandoci Amore...

    Bellissima Cesare...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0