accedi   |   crea nuovo account

Volando con un airone...

Mi sono vestita di un limpido bianco,
ed ho sentito cori acclamanti un misterioso nero.

Ho seguito un airone,
per affidare la mia meta al puro istinto,
e mi hanno abbagliata fari di confezionata saggezza.

Ho sfidato un temporale barbaro
con puntiglio e stivali,
e da vetri ovattati mi hanno scrutata pupille ammaestrate.

Ho acceso un falò per dargli in pasto
pagine appannate dal tempo,
ma il fuoco spaventa le anime forgiate nel ghiaccio.

Ho osato scarponi testardi
per arrivare alla regina delle stelle alpine
ed apprenderne la semplicità,
e mi hanno detto che il mondo rimasto laggiù
è caduto in amore con l'apparire.

Un sogno mi ha lasciato il profumo senza eguali
di un fior di loto che cresce in un luogo incantato.
Dal pulpito di marmo mi hanno detto che è solo un sogno,
ed io, armata di luce,
ogni giorno mi invento la strada
per portarlo a te che sai comprendermi.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Rocco Burtone il 26/06/2009 14:51
    Fingo tu l'abbia dedicata a me e ne gioisco. Grazie
  • Anna G. Mormina il 18/04/2009 11:18
    M. Cristina, è bellissima!... complimenti!... un abbraccio!
  • Vincenzo Capitanucci il 23/03/2009 10:47
    Bellissima... Cristina... ogni giorno m'invento una strada... fra fior di loto incantati...
  • Fabio Mancini il 16/03/2009 22:46
    Poetica fuori dai canoni convenzionali del Sito. Piaciuta. Fabio.
  • Anonimo il 16/03/2009 21:23
    Bellissima Maria Cristina.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0