accedi   |   crea nuovo account

Come una mimosa

Come una mimosa

A voi che ora siete nella primavera,
che potete ancor cogliere i fiori dell’età,
correre tra i giovani prati verdi e assolati,
il mio invito è a vivere la giornata con sincerità.
Accogliete, vi prego, angeli dagli occhi cristallini,
la purezza di un cielo colorato come diamante,
disdegnate la falsa luce dei lampi
e l’ingannevole rumore dei tuoni;
Disdegnate, vi dico, creature libere e sognanti,
il bacio avvelenato di una bellezza che vi inganna,
accogliete il profumo morbido di una povera rosa.
Perché voi, che siete libere farfalle,
dalle ali vergini di una scia di luce,
come una mimosa,
in mezzo a un mondo sporco e al dolore eterno,
con una parola,
segnate la fine del mio inverno.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Nella Bernardi il 18/03/2009 20:43
    scritta molto bene con un profondo senso di nostalgia anche se non riesco ad afferrare del tutto il significato del penultimo verso è molto bella
  • tanya belletti il 17/03/2009 22:05
    Sarà che sono sensibile stasera, mi ha commosso.. molto bella!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0