PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La "squola"

È un posto dove si diventa tutti uguali,
dove ti mettono in mano un fucile,
per sparare e proteggere chissà chi.

Chi muove i fili dall’alto assiste al suo comico teatrino,
e il pazzo che prova a spezzare i fili
viene ucciso dagli altri.

Complice del capitalismo malato,
che ci addestra al bicchiere, alla carta,
che nasconde il tutto con l’ignoranza.

E così è una fabbrica di uomini e donne felici,
che sanno qual è il loro futuro brillante:
questo posto è la squola.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Daniel Fabbricatore il 21/03/2009 16:57
    beh... grazie a chi ha apprezzato il componimento... ma comunque è logico aspettare delle critiche... perchè queste, se costruttive, aiutano a migliorare... Umberto: guarda bene il quarto verso e riflettici sù... da lì là conseguenza di ciò che ho preannunciato prima e poi dopo...
  • Anonimo il 19/03/2009 14:39
    questo mi sembra, perdonami, il più classico e banale dei luoghi comuni made in italy... perdonami ma non è proprio così, anzi.
  • Alberto Veronese il 19/03/2009 09:31
    già, i bravi maestri (nel mondo) si contano sulle dita di una mano... piaciuta+. ciaociao.
  • Anonimo il 17/03/2009 18:43
    bè, forte... credo nella forma poetica pura, estraniata dalla realtà sociale/politica, ma di sicuro è interessante... (da studente però ho qualche dubbio sulle tue posizioni xD), forse andrebbe molto meglio sotto forma di testo cantato!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0