PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L’Ermetico cuore d’amore in confusi pindarici voli di rasoterra venerei

È quasi prima-vera
sento gemme gonfie di luce
in fiori carnosi affamati di sesso

Proprio adesso
sulla soglia del Paradiso
ne sono la magica chiave
o l’ultima tentazione

Sarebbe ridi-coli-zz-ante
per tutte le mie aperte ante
di questo arma-dio celeste
essere l’ultimo od il primo virile
caduto in gelido volo

dovrei chiedere al serpente
ma è caduta la linea
sta volando anche lui al suon d’in-cognito sotto forma di zanzara in formalina
E non risponde a ucci fra i cardi in metrica barbara del card-ucci

Oh Barbarà pioveva a Brest cantava pre-vert in un completino verde di speranza pre-maman comodo e sexy

Sicuramente vuol essere anche lui redento nelle luce dei suoi ante-nati antennati Maia

Oh quante illusioni inganni ed omicidi si celano nel celeste impero nel tentativo di far zittire i maestri di Shambala nella loro fonte sotterranea d’immensa felicità

Non ho ancora mai veramente capito perchè sono così polemico un polimerico polifemo dai mille occhi in uno appannato nella panna di uno appena nato sarà la vecchiaia mi dico punta dal veleno d’uno scorpione di natura da cacciatore orionico carpione del magico ione

se il vero pomo-d’oro rosso dell’immortalità
fosse il pomo in se stesso o una delle sette fanciulle
ormai tutte stelle accese nel firma-mento sotto falso nome

di certo sceglierei la più bassa
quella vestita con una camicetta rossa sbottonata alla garibaldina dalle vere rivoluzioni
ed con un lunga gonna nera interminabile di lunghissima notte
nascondente al mio ente le sue magiche esili caviglie dalle scarpette bianche

Dovrò ancora sfogliarmi
leggermi fra i petali contessa di margherite aurora nell’inconscio imbecille che son io

12

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Anna G. Mormina il 18/03/2009 20:41
    ... L’anima di sicuro non ha un sesso probabilmente ne ha due...'
    Me lo sono chiesta spesso anche io... chissà!... questa è grandiosa!
  • cesare righi il 18/03/2009 16:55
    mi inchino 5+5st
  • loretta margherita citarei il 18/03/2009 13:45
    el gusto, el gusto, el gusto! sconvolgi e stimoli il pensiero invitando al raginamento, ma quanta dolcezza si nasconde tra i versi.
  • Anonimo il 18/03/2009 12:04
    Capitaine questa è veramente ubriacante!! Bravò
  • Dolce Sorriso il 18/03/2009 11:05
    grazie delle emozioni
    dolce Vincenzo e di aver mensionato
    Prevert il mio poeta preferito!
    un abbraccio
    Anna
  • Anonimo il 18/03/2009 10:57
    o cavolo... il mio ideale (o perlomeno siamo molto vicini) di poesia... semplcieemnte fantastica, unica cosa, ma è un fatto TOTALMENTE personale, io la scriverei molto più corta, ma per un flusso di emozioni simili non si può sintetizzare all'infinito. complimenti!!!!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0