accedi   |   crea nuovo account

la barca della mia vita

Tempeste, impetuosi venti,
frutti della superbia
e dell’arroganza politica
calpestano la mia umanità,
la mia dignità,
flagellano e schiaffeggiano
la barca della mia vita.
Tranquilla remo contro
queste impetuose onde,
sostenuta nella forza
dal fuoco della verità,
che rende giustizia
alla gente proba ed onesta..
Anche se dovessero
devastare la mia navicella,
e dovessi ritrovarmi naufraga
in un’isola deserta, ricostruirò
con i legni della speranza,
della solerzia, della pazienza,
una nuovo scafo.
E come l’Odisseo,
orienterò il timone
verso lidi di pace, oasi di probità,
porti sicuri e tranquilli,
dove le mie salate labbra
accarezzate dal sudore e dal pianto,
riceveranno fresca acqua
come fosse bacio d’amore.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • Anonimo il 31/01/2011 03:55
    La sintesi perfetta disegnata sulla tela della vita... Complimenti Loretta... veramente bella
  • Cinzia Gargiulo il 18/03/2009 21:31
    È dura talvolta remare controcorrente ma bisogna farcela.
    Bella poesia!
    Un abbraccio...
  • tanya belletti il 18/03/2009 17:34
    Stupenda poesia che resiste alle intemperie della vita!
  • Marcello Caloro il 18/03/2009 17:20
    Emerge la volontà di combattere contro le ingiustizie: grande forza interiore rivolta al sociale. Bella. Ciao.
  • Anonimo il 18/03/2009 15:55
    Quanta ingiustizia c'è in questo mondo. ma alla fine tutto verrà giudicato, bisogna andare avanti ugualmente tenendo sempre a conservare la propria identità, i propri valori, ricercando la Verità. Bellissima Loretta.
  • cesare righi il 18/03/2009 15:27
    bella Loretta, mi è venuto naturale rileggermi:...

    Quando ti metterai in viaggio per Itaca
    devi augurarti che la strada sia lunga
    fertile in avventure e in esperienze.
    I Lestrigoni e i Ciclopi...

    Costantinos Kavafis
  • Anonimo il 18/03/2009 13:47
    .. e' vero Loretta.. dobbiamo cercare quell acqua fresca.. per uccidere tutti i veleni
    che ci assediano.. perchè non dobbiamo permettere a nessuno di strumentalizzare
    le nostre vite.. questo paese va oggi fra calce e randello..
    aurora
  • loretta margherita citarei il 18/03/2009 12:32
    ho scritto questa poesia, causata da una mia situazione. in questo nostro paese, che onora i martiri della libertà, spessissimo accade che persone che non condividono
    idee politiche di chi detetiene il potere, subisca ripercussioni pratiche e morali.
    chiunque vive nella verità ed ha il coraggio di gridarla, semina l'eternità dei valori, daltronde sorella morte rende a tutti giustizia, e la giustizia la facciamo noi, avendo un ricordo brutto di chi ha commesso il male ed un ricordo bello di chi ha dato amore e verità.
  • Donato Delfin8 il 18/03/2009 11:16
    Molto bella!
    Forza rema e nn ti fermare
  • Vincenzo Capitanucci il 18/03/2009 10:58
    Splendida Loretta... una seconda navigazione platonica... per sfuggire e non essere calpestati dalla banda bassotti... dei porci Proci...

    Acqua fresca in un bacio d'Amore... sulla nostra Itaca... in fiamme...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0