PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Amore Perso

Ti vedevo unica,
ti sognavo la notte,
ti credevo il solo,
vero, grande amore.

Il tempo è passato,
le stagioni cambiate:
l'erba era gelata,
adesso è fiorita.

T'incontro nuovamente,
ti guardo come allora,
non c'è più quella paura
per cui il cuore mi batteva.

Rimango immobile
come quando l'amavo,
però sono deluso
dell'attimo aspettato.

La contemplo ancora...
e il cuore mi scoppia...
poi... tutto come prima:
l'amore non esiste più.

La vedevo unica,
la sognavo la notte,
la credevo il solo,
vero, grande amore.

 

1
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • laura cuppone il 18/03/2009 23:47
    non so se possa servire
    rivedere qualcuno
    per capire se ancora si ama...
    quanto si ama...

    una delusione questa più del proprio perduto amore che per quello della donna amata.

    spero sia passata
    spero tu ami ancora.

    Laura

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0