username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Ripiegamento

E arriva il momento
in cui viene difficile anche piangere
quando i ricordi si annebbiano di ombre e chiaroscuri
quando non scorgi gli specchi dell’immenso
in cui liberavi i colori del cuore

e allora?
puoi scavare nella malinconia lacerante
o lasciarti dondolare dall’antica melodia
per ritrovare i profumi
sommersi dal tempo scandito
oppure…sognare
ma è possibile ancora sognare?

e mentre il nulla sembra avvolgerti nelle sue spire
una voce ti ricorda
il soffio del vento
il primo messaggio d’amore
i libri molteplici delle possibilità
che si aprivano al giovane cantore,
il sospiro di un abbraccio
e gli eterni baci di illusione

e allora puoi riprendere il cammino
anche se vorresti solo ripiegarti nel manto azzurro
o piangere accanto al vagabondo solitario
che dorme dimenticato dal mondo assente

prendi la lanterna
in lontananza vedi c’è quella capanna
ventilata dalla brezza marina
e la sua carezza è una dolce nenia……

devi solo... percorrere il sentiero
immerso nella notte illuminata.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

32 commenti:

  • - Giama - il 10/01/2012 10:14
    poesia splendida!
    ci sono arrivato per caso (mentre facevo la pausa caffè e devo dire che è stata veramente una graditissima sorpresa!

    Ciao Caro
    Complimenti

    Giacomo
  • Anonimo il 19/04/2011 11:32
    la capanna... la lanterna... quanta malinconia... ma in fondo... un sentiero immerso in una notte illuminata... versi toccanti e meravigliosi
  • Aedo il 19/10/2009 00:03
    Grazie, Salvatore, del tuo apprezzamento.
    Ciao
  • Salvatore Ferranti il 18/10/2009 22:27
    bella poesia, molto intriospettiva, e ben scritta
  • Aedo il 28/03/2009 16:03
    Ti ringrazio molto, Antonio, per il tuo vivo apprezzamento. Ciao
  • antonio castaldo il 28/03/2009 00:00
    veramente bella... si potrebbe dire tanto ma... ripeto semplicemente...
    veramente bella...
  • bruno guidotti il 26/03/2009 17:32
    Grazie per il tuo commento, son contento che la poesia ti sia piaciuta, il soggetto mi preoccupava un pochino, ma è un soggetto obbligato in quanto partecipante ad un concorso letterario, il quale lo imponeva. Ho terminato di leggere la tua poesia, sinceramente ti dico che mi è piaciuta molto, d'altronde sono proprio quelle che io sento in particolare maniera, ma come già ti ho detto in altre occasioni, tu sei veramente molto bravo, propabilmente hai una preparazione scolastica classica. Ti invio un cordialissimo saluto e a risentirci alla proosima occasione, ciao Bruno.
  • Aedo il 25/03/2009 14:47
    Grazie, Anna, dell'affetto dimostrato e da me ricambiato.
    Un bacio
  • Dolce Sorriso il 24/03/2009 21:06
    piaciuta
    caro Ignis grande come sempre
    tvb
    Anna
  • Aedo il 23/03/2009 19:25
    Grazie, Serenella, per il tuo gradito apprezzamento. Esistono momenti di ripiegamento interiore: l'importante è sollevarsi e guardare verso altri orizzonti, che possono dare un colore diverso alla vita. In fondo la speranza è proprio vicino a noi e, come è stato detto da varie parti, "domani è un altro giorno".
    Un abbraccio
  • serenella v il 23/03/2009 15:03
    a volte capita di lasciarsi andare a momenti di sconforto ed il rinchiuderci in noi stessi sembra l'unica soluzione... invece questa è proprio l'occasione di farci forza
    e saper guardare oltre noi stessi, cogliendo tutti gli aspetti che danno il vero senso alla vita, bellissima poesia, complimenti.
    ciao un abbraccio
  • Aedo il 22/03/2009 23:06
    Sono contento, Riccardo, che la mia poesia ti sia piaciuta.
    Ciao
  • Aedo il 22/03/2009 19:21
    Ti ringrazio, Nicol, delle bellissime parole. Cerchiamo sempre una luce, anche se annaspiamo tra delusioni e aspettative. È vero, se abbiamo avuto dei bei ricordi, dobbiamo essere appagati, pur nella consapevolezza che non torneranno.
    Un abbraccio
  • Riccardo Brumana il 22/03/2009 17:44
    una poesia nata dall'esperienza del vivere... molto apprezzata, complimenti.
  • nicoletta spina il 22/03/2009 16:50
    Quanta melanconia e nostalgia leggo in questi bellissimi versi, ma verso la fine c'è la luce di quella lanterna che ti guiderà verso la porta del sogno.
    Non dovremmo essere tristi per ciò che non è più, ma felici di averlo comunque vissuto... lo dico a te, e anche a me stessa. Un abbraccio
  • Aedo il 20/03/2009 18:14
    E io ho preparato, cara Anna, per te un'accoglienza speciale nella capanna.
    Un abbraccio
  • Aedo il 20/03/2009 18:13
    Sono felice di aver ricevuto, Cinzia, il tuo bel commento. Il dolore a volte caratterizza la nostra vita; l'importante è andare oltre, consapevoli che al di là di esso c'è sempre una capanna e una luce.
    Ti abbraccio
  • Aedo il 20/03/2009 18:10
    Grazie infinite, Bruno, di aver gradito la mia poesia, al punto di inserirla tra le preferite.
    Un caro saluto
  • Anna G. Mormina il 20/03/2009 17:00
    ... piano piano, arriverò anche io a quella capanna!
    Ignazio è molto bella, bravo!... un abbraccio!
  • Cinzia Gargiulo il 19/03/2009 23:30
    Mai ripiegarsi sul proprio dolore, dobbiamo guardare in faccia la sofferenza e lasciarla alle spalle e camminare sempre avanti nel sentiero della vita illuminato dalla luce della speranza. Se ci riusciamo a fare questo sognare è sempre possibile.
    Bellissima poesia!
    Un bacio...
  • Anonimo il 19/03/2009 22:28
    Magnifica.
  • Aedo il 19/03/2009 22:14
    Grazie, Tanya e Black, per i vostri bei commenti. Ciao
  • tanya belletti il 19/03/2009 20:27
    molto bella...
  • Anonimo il 19/03/2009 17:25
    la vita sa essere generosa e avara, dipende anche da quello che sappiamo cogliere da ciò che essa ci offre. Avere dei ricordi nostalgici e dolci vuol dire aver assaporato le gioie dell'amore, dell'amicizia, anche se in certi momenti la malinconia stende il suo manto coprendo gli orizzonti. È questo il momento di non ripiegarsi nel proprio dolore, ma di correre verso la luce che si vede in lontananza.
    bella poesia
  • Aedo il 19/03/2009 17:13
    Hai proprio ragione, cara Aurora: dobbiamo superare i percorsi dolorosi e incamminarci in un sentiero, che sia vita. Grazie per le belle parole e la condivisione dimostrata.
    Un abbraccio
  • Aedo il 19/03/2009 17:10
    Mi confondi, Sophie e sono felice di averti regalato qualche bella emozione.
    Un abbraccio
  • Aedo il 19/03/2009 17:07
    Grazie, Rodica, delle bellissime parole e per aver citato i suggestivi versi, che non conoscevo, di Paller: dobbiamo credere nel sogno e sperare...
    Ciao
  • Anonimo il 19/03/2009 17:06
    bella Ignazio.. l ho letta e riletta... percorsi dolorosi del nostro vivere.. forse spesso tappe obbligate per crescere... e sembra che tutto ci possa travolgere..
    ma quel cammino e' gia stato scritto.. e allora si aprono altre porte, dobbiamo avere il coraggio di aprirle.. ma sai quanti sogni ci trovi dentro???
    un sorriso Aurora
  • Anonimo il 19/03/2009 17:05
    Sono davveo felice di avere la gioia di leggere qualcosa di tuo... devo dire che non deludi le aspettative..è splendida... davvero bellissima... leggere le parole come portate dal vento...
  • Rodica Vasiliu il 19/03/2009 17:01
    "... ma dobbiamo credere almeno nelle parole che ci danno un po' di sostegno. Sopra le tombe e gli macerie, dobbiamo credere nei fiori che il giorno li culla, come delle bandiere di speranza.."Octavian Paller ( Un scrittore rumeno sconosciuto in Italia, ma che merita essere letto)Bella!! R
  • Aedo il 19/03/2009 16:43
    Grazie, Loretta del bel commento. Comunque mi chiamo Ignazio...
  • loretta margherita citarei il 19/03/2009 16:36
    la vita va avanti malgrado il dolore, e quando esso tocca l'apice genera la speranza. brava

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0