accedi   |   crea nuovo account

Ottobrata romana

Il giorno si affaccia
un tiepido sole
accompagna il mio sorriso
nell'attesa di un SI.

Lente scorrono le ore
assaporo il momento
come frutto fresco
in una giornata estiva.

Come il riflesso a uno specchio
negli occhi la luce raggiante
di un cuore che batte
rintocchi d'amore.

Gli occhi socchiusi
rapisce il ricordo
guarda: un film d'anni 30
ferma è l'immagine... la pellicola è rotta.

Di bianco vestita
un gospel risuona
rose bianche strette al petto
ancora tre passi...
ti vedo mi attendi.

Per la vita e oltre
eterna promessa
tra mani intrecciate
... risento le note
è un Waltzing cantato.

Mi desto e lo fisso
quel ricordo appanato
che con il pianto ha lavato
il dolore di un amore tradito.

 

1
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Sergio Fravolini il 26/04/2010 09:19
    Ferita guardi le ore... attendi... ma quel ricordo appannato fa solo male!

    Sergio
  • Anonimo il 08/10/2009 05:50
    Bella, molto soffocante nelle sue parole...
  • augusto villa il 27/03/2009 15:14
    La poesia è bella, mi è piaciuta... ma ricorda.. la vita va avanti... Questo è solo un girar pagina...(imprevisto)... ma... la vita riserva ancora sorprese...
    Bella chiusa!!!
  • antonio castaldo il 22/03/2009 23:25
    per la vita e oltre eterna promessa... peccato sia divntato un... c'era una volta...
    (o forse no) bella.
  • Anonimo il 21/03/2009 22:42
    Sì, bella!
    Ciao
    Contessa Lara
  • Sara B il 21/03/2009 22:18
    Mi fa piacere Loretta che ti piaccia questa mia poesia... però sono curiosa perchè non osi dire altro?
  • loretta margherita citarei il 21/03/2009 22:07
    bella, ma non oso dire altro

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0