accedi   |   crea nuovo account

Cavalcando i fulmini di Beatrice

Cavalchi i fulmini imbrigliando la luce
da fiero intrepido condottiero selvaggio

senza mai dimenticare
che non la possederai mai totalmente

è Lei la porta
di porta in porta
Ti porta sulle scale del Cuore
la tua vergine donna

sei solo il suo tuono il rumoroso nitrito di un cavallo fulminante un attimo del suo cielo

la frastornata stonata voce in pietra del suo luminoso tuonante Silenzio

ne sei il re
per grazia Sua

sempre dominato dalla sua mano regina messa fra le tue in un semplice dono d’Amore

arrivando sempre nel suo sovrano grembo in beati attimi dai gemiti tardivi!!!!

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anna G. Mormina il 22/03/2009 17:10
    ... 'mano regina messa fra le tue in un semplice dono d’Amore...'
    ... la sua mano fra le tue,... semplice dono, grande intimità d’Amore!!!... splendida!
  • Anonimo il 22/03/2009 08:06
    .. la frastornata stonata voce.. nel suo luminoso Tuonante silenzio..
    .. ci sono dentro..
  • Fabio Mancini il 22/03/2009 07:21
    Grande poesia! Ciao, Fabio.
  • loretta margherita citarei il 22/03/2009 06:23
    s t r a o r d i n a r i a

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0