accedi   |   crea nuovo account

Oggetti smarriti...

Aspettano mesti
in silenzio

In un cassetto,
in un armadio,
una scatola in cantina,
uno scrigno in soffitta

Aspettano
ed hanno nomi comuni
ma anche odori
e sapori e impronte
e posseggono gli attimi
che li hanno resi
importanti

Innocenti,
dimenticati,
lasciati soli,
abbandonati

Sono gli oggetti
smarriti dal ricordo,
scomparsi
alla vista

Finché un giorno
l’ordine
archeologo involontario
non li ritrovi per caso
o li cerchi disperatamente
il desiderio
nostalgico
curioso, caparbio e
malinconico bambino..

Attendono nel Sempre che
non avviene e non finisce,
come chi li ha riposti
e chi riuscirà
a ritrovarli
e ad amarne un ricordo
e un nome
comune

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

12 commenti:

  • laura cuppone il 24/03/2009 00:56
    proteggere
    proteggere...
    una parola che adoro

    vero...

    un bacio

    Laura
  • augusto villa il 24/03/2009 00:36
    ... nel sempre... che non avviene...
    La trovo bella... malinconica... Di una malinconia calda, avvolgente... Quasi a proteggere. Brava Laura!
  • laura cuppone il 22/03/2009 21:27
    grazie Bruno!!
    ci vedremo???
    Laura
  • Anonimo il 22/03/2009 20:38
    Bellissima.
  • laura cuppone il 22/03/2009 10:21
    .. ti rivedrò con piacere
    non temendo di rubare tempo al tempo
    con l'ampiezza dello sguardo al campo sterminato
    di oggetti preziosi e unici
    del Creato..

    grazie giuliano
    il tempo non perdona
    ma nemmeno noi lo perdoniamo, no?

    un battito d'ali
    é il mio bacio per te

    grazie

    Laura
  • giuliano paolini il 22/03/2009 09:43
    sono racconti di momenti che forse dovrebbero renderci più consapevoli del senso di amicizia che il tempo riveste mentre lo viviamo come ladro che ci toglie
    ci sono cose che l'uomo non può possedere ma che può solo accompagnare con gioia, dovremmo farne tesoro e correre un po' più spensierati i larghi campi
    godere dei successi nostri come delle disfatte e riuscire a farlo anche degli altri
    perchè tutto quello che vede la luce della vita ha una dignità nonostante a volte
    ci riesca difficile afferrarne il senso.
    ti bacio con la delicatezza che si deve a una farfalla
  • laura cuppone il 22/03/2009 09:07
    Ciao dolce Fabio,
    voi?
    noi vorrai dire...
    questo contenitore é un forziere
    di "soggetti" smarriti deluxe!!!...

    ti ringrazio tanto del bellissimo commento e della tua riflessione...

    un abbraccio
    Laura
  • Fabio Mancini il 22/03/2009 07:38
    Hai dedicato una poesia agli "oggetti smarriti" mentre in realtà, i tuoi "oggetti" sono ben custoditi. La tua poesia mi piace, perché custodendo il "passato" che è pur legato al mondo delle cose, abbiamo maggiore rispetto verso noi stessi, verso i nostri ricordi, verso le nostre emozioni. Nel mondo delle cose, ricostruiamo a ritroso la nostra storia. Tuttavia i veri "oggetti smarriti" a mio avviso, talvolta possono essere i nostri pensieri, quando ad esempio, non sappiamo cosa pensare riguardo ad una circostanza, o ci sentiamo inadeguati. Gli "oggetti smarriti" possono talvolta essere i nostri sentimenti, quando sono confusi, contrastanti, divisi se amare, oppure odiare, dimenticare, oppure ricordare. Insomma, in quel fatato mondo incantato delle cose che conservi, potremmo involontariamente finirci anche noi, come "oggetti smarriti" di lusso, oppure oggetti comuni. Bella poesia, comunque. Buona domenica. Fabio.
  • laura cuppone il 22/03/2009 01:23
    .. io conservo anche le carte delle caramelle, i biglietti del tram.. le bustine di zucchero..
    sono attimi della mia vita
    in quegli oggetti
    e li terrò sempre
    sia che mi strizzino il cuore
    sia che lo cullino e lo facciano sorridere...

    grazie Riccardo
    un abbraccio anche a te

    Laura
  • Riccardo Brumana il 22/03/2009 01:19
    molto bella, quanti oggetti smarriamo nella vita,
    il problema e che il nostro bagaglio è troppo piccolo per poterci portare dietro tutto...
    quindi si fanno delle scelte, e magari anche quell'oggetto che tanto tenevi finisce in soffitta...
    sempre meglio che nella spazzatura, almeno lì puoi sempre riprenderlo quando ne senti nostalgia...
    ciao Laura, un abbraccio.
  • laura cuppone il 22/03/2009 01:14
    mmmmh sei acuto antonio...

    grazie
    anch'io accolgo con piacere i tuoi commenti, sempre

    Laura
  • antonio castaldo il 22/03/2009 01:07
    avverto in primis nostalgia e malinconia trasmessa in modo inequivocabile forse
    avrei voluto che tutto fosse ritrovato... ma non sempre si finisce con...
    "e vissero felici e contenti" ma tu nei tuoi... ce l'hai almeno uno di... e. v. f. e. c.
    ti leggo sempre con piacere... anche questa... bella!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0