PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Pala di parole Flugel

Oh dissacrato Poeta
scavi nel mio profondo polittico inconscio
negli altari alati di criptiche Parole icone

gelide fluenti di sorgente fulgenti

senza fare una piega spiani risani molte spighe da carboniche piaghe tetravalenti quando a Est l’Oriente crollò
nelle fauci di un smorto leone rosso portandole con te fuori dalla cerchia delle loro mura nel santo tabernacolo di un sogno in volo

donando oggi vivi papa-veri nelle loro anime di diamante dai distrutti quart-ieri!!!!

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anna G. Mormina il 23/03/2009 16:11
    ... non direi proprio che questo, sia un dissacrato Poeta... cerca di risanare le piaghe dell'umanità, donandole le sue dolci poesie,... amorevoli diamanti...
    ... bella, molto bella! :o*
  • loretta margherita citarei il 23/03/2009 05:01
    eccezionale, perdona l'errore, non porto gli occhiali!
  • loretta margherita citarei il 23/03/2009 04:58
    ecezionale

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0