PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Vagabondo

Spolvero
libri
nuovi mai letti,
scelgo
tra scaffali
ordinati
ma spettinati dal tempo.

Lego
con lo spago
invecchiato dalle lacrime,
una vaglia stanca
di battere
e viaggiare.

Li saluto
ormai vuoti
ma ancora etichettati.

Vado
senza biglietto
e senza mèta.

Stanotte
dormirò sulla panchina,
spegnerò la luna
per contare
le stelle.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Donato Delfin8 il 25/03/2009 18:39
    Grazie a tutti per i commenti
  • Anonimo il 23/03/2009 18:38
    Bella.
  • Marcello Caloro il 23/03/2009 16:54
    Viaggio nel passato con vista sul futuro. Bella. Ciao.
  • loretta margherita citarei il 23/03/2009 14:05
    te la ricordi la canzone vagabondo? bella

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0