PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

13 Ottobre 2060

Una verde distesa,
punteggiata di colori,
digrada dolcemente.

Sul fianco del colle,
tenacemente abbarbicata,
una vecchia casa bianca.

Cespugli in fiore,
odorosi e roridi,
tratteggiano un sentiero.

Un pigro torrente,
ombreggiato da canne,
percorre la valle.

Aironi cinerei,
ad ali distese,
tracciano l’azzurro.

Nel bosco discosto,
il tordo e la ghiandaia,
si rintuzzano richiami.

Se solo potete,
almeno oggi,
lasciatemi sognare.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ferdinando il 04/11/2016 10:45
    apprezzata.. complimenti.

14 commenti:

  • Massimo Migliore il 25/03/2009 18:43
    Stupenda!
  • Donato Delfin8 il 23/03/2009 21:43
    Auguri! Speriamo bene
    Bravissimo
  • Anonimo il 23/03/2009 21:37
    Immaginare il mondo come sara' nel 2060, con i dubbi e le incertezze per il domani... Davvero originale e molto bella. Monica
  • cesare righi il 23/03/2009 19:05
    ... 13 OTTOBRE 2060 BUON COMPLEANNO, sarà un mondo diverso... l'ho letto in un racconto... qua in giro da qualche parte
  • Anonimo il 23/03/2009 18:49
    Bei versi.
    Sogna. Te lo concedo...
    scherzi a parte, un caro saluto
    Contessa Lara
  • Anonimo il 23/03/2009 18:30
    Bellissima come sempre.
  • Anonimo il 23/03/2009 18:21
    Ma allora sei un bimbo????
  • tanya belletti il 23/03/2009 18:20
    complimenti...
    molto bella...
  • tanya belletti il 23/03/2009 18:20
    complimenti...
    molto bella...
  • Vincenzo Capitanucci il 23/03/2009 18:19
    Un bellissimo quadro bucolico... da Sogno... sembra di aleggiare in un passato che non esiste più... ed in futuro che verra...

    Bravissimo Marcello... toglietemi tutto ma non i miei Sogni... quel superfluo che c'è in noi... ma che ci fa continuare a vivere... in Arcadia... vivendo come un Orso... vivendo fra ambrosia e miele...
  • Marcello Caloro il 23/03/2009 18:11
    Cari amici,
    in questa data decorrerebbe il mio centesimo compleanno. Immagino una natura distrutta, contaminata, il cui ricordo è conservato nei sogni dei Vecchi. Derisi e non creduti, additati quali matti... Mio nipote potrà vedere un tiglio in fiore? Goderne il profumo? Uomini siamo noi ed io ne ho spavento.
  • M. Cristina Tacchini il 23/03/2009 18:05
    Bellissimo quadro, Marcello, infonde serenità e speranza. Ai sogni non si chiude mai la porta. Ciao!
  • cesare righi il 23/03/2009 18:00
    caro Marcello, un crescendo di note in una sinfonia Beethoven sinfonia n. 9 op. 125 e... veramente bella
  • Anonimo il 23/03/2009 17:46
    Soeriamo che il futuro sia dolce e pacato come da te descritto... grande sensibilità... ma non avevo dubbi!!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0