accedi   |   crea nuovo account

sere d'autunno (ottobre2007)

Melanconie autunnali,
sere solitarie trascorse
a ricordare estive notti
d'amore, pergolato di stelle
riverse in un prato.
Noi due, mio dolce amato, sulla collina
vivere intensi attimi di passione,
accoglienza di amplessi, desideri,
gioco di chiarioscuri lunari
esaltanti la tua bellezza
e un sevaggio vento cullare
la mia pazza idea di tenerti
il viso tra le mani, urlarti ti amo
e baciarti all'infinito.
Volato è quel caldo tempo
d'estate, giunto è autunno.
Presto scenderà anche neve.
Non sò oiù,
dove portarti a far l'amore.

 

1
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • antonio castaldo il 25/03/2009 17:34
    è... e basta.
  • Donato Delfin8 il 25/03/2009 16:58
    Molto bella.
  • Anonimo il 24/03/2009 23:09
    Bellissima Loretta.
  • Anonimo il 24/03/2009 21:12
    .. brava Loretta... anzi.. B R A V I S S I M A
  • Anonimo il 24/03/2009 21:04
    Complimenti... splendida composizione... bravissima.
  • Giuseppe ABBAMONTE il 24/03/2009 20:59
    L'amore
    tangibile tanto è descritto con passiona, che si consuma in una sera di autunno. Quasi violento per quanto è intenso.
    Grance Loretta, come l'amore che descrivi.
    Giuseppe
  • Vincenzo Capitanucci il 24/03/2009 20:49
    Un pergolato di stelle... riverse su un prato... accoglienza di amplessi... fra chiaroscuri lunari...

    Stupenda Loretta...
  • Attanasio D'Agostino il 24/03/2009 20:33
    L'amore del cuore... "Non sò più,
    dove portarti a far l'amore".
    molto dolce, un caro saluto Tanà.
  • Marcelllo Barbuscio il 24/03/2009 20:15
    Struggente distacco a cui non si dà ancora pace; molto bella... e sofferta. Ciao Marcello

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0