PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ghiaccio

come su una lastra di profondo ghiaccio
scrivo lettere con il calor di mia mano
lasciando gocce d'acqua
che se non lette da caldi occhi
tornano ad esser fredde tracce di pasaggio
rendendo vano lo screpolar di pelle

calor di mano, segno di fuoco sopito
ma non ancor svanito
dammi solo un battito del tuo cuor
e tornerò a bruciare
per trasformare questo ghiaccio
in dolci onde dove lasciarci cullare

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Paola Paudice il 14/10/2009 22:34
    e cm hai fatto tu l'altra volta senza accorgermene anke io ho scritto mi piace due volte! segno questo ke mi piace( e siamo a tre xd) molto!
  • Paola Paudice il 14/10/2009 22:33
    molto bella... mi paice sopratutto" segno di fuoco sopito ma non ancor svanito"... ti prende, mi piace davvero!!! complimenti
  • Vincenzo Capitanucci il 27/03/2009 04:43
    Molto bella Zeta... in un calor di mano... non ancora svanito... pronto a bruciare... nelle sue onde... cullanti...
  • Zeta Zeta il 26/03/2009 21:59
    ciao dolce!! io sto bene grazie dei complimenti
    spero vivamente che tu sia bene mia cara
    ti lascio un baciotto :-*
  • Anonimo il 26/03/2009 21:18
    È tornato il mio amico!!! Ciao Zeta... come stai? Poesia splendida!!!! un amore che culla!!! Bravooooooooooo!!!!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0