PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

"Tu che..."

“Tu che scrivi”, mi chiedi,
“narra del tuo amore per me”.

Come a pittore confinato
in tetra stanza disadorna
che dovesse dipinger quadro
di rigogliosa natura ignaro.

Come a scultore nel deserto
ramingo tra rena morta e informe
che dovesse scolpire volto
di venerea bellezza dimentico.

Senza sgorbia e pennello
a lontana memoria m’affido.

Torno a quel tempo in cui
alle tue lunghe ciglia
alle turgide tue labbra
agli occhi di verde giada
giurai l’eterno amore.

Dov’eri quando me t’offrivo
recando al tuo petto bianco
rossi boccioli senza spine
e tiepide acque cristalline
a tergere fatiche al tuo sorriso?

“Tu che non scrivi”, ti chiedo,
“parlami dell’amore rifiutato”.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

18 commenti:

  • Anonimo il 08/10/2010 09:50
    Confesso apertamente che questo modo di scrivere 'aulico' non mi piace. Io credo che ognuno debba essere frutto del suo tempo e che strizzare l'occhio al passato sia un difetto. Peccato perché a trarne svantaggio è il dolcissimo sentimento dei tuoi versi.
  • Anonimo il 28/09/2009 20:56
    È doloroso amare e non essere ricambiato, vedere l'indifferenza che ti fa sentir fallito, non degno, che mette in discussione tutto quello che sei, che senti, perchè senti e a quale scopo visto che l'altro/a non ti vuole!! Quando si diventa patetici e alla fine si perde la stima di se stessi!! ".. parlami dell'amore rifiutato..". Io lo chiamo ".. un boccone non digerito.."perchè nonostante passi del tempo, ci si continua a chiedere ".. perchè.."
    Un bacio
    Dani
  • Anonimo il 03/04/2009 12:11
    mi fa pensare che sia un fotogramma della tua vita, di qualcosa che sia appartenuto alla tua vita... molto bella!
  • Anonimo il 02/04/2009 14:09
    senza parole.. è incantevole!
  • rainalda torresini il 31/03/2009 18:51
    bella!
  • Nicola Saracino il 28/03/2009 10:46
    L'amore rifiutato... tutti lo trovano interessante, ma non il soggetto stesso. Non te ne parlerà, per cui è giusto che la poesia finisca lì. Spergiuro... Letta con molto interesse. Nicola
  • Anonimo il 27/03/2009 21:35
    Leggo molto dolore e mi dispiace... bellissima... Bravissimo!!!! 1 abbraccio
  • Annamaria Ribuk il 27/03/2009 10:34
    ... l'amore è un dono Divino e... può tutto... a volte non riusciamo capire questo Mistero... bellissima... Ann
  • Vincenzo Capitanucci il 27/03/2009 04:32
    Bellissima Marcello... che Maestria... nello scrivere... tu che scrivi... l'amore rifiutato... un dolore senza fine...

    Complimenti...
  • Fabio Mancini il 26/03/2009 23:14
    Molto bella. Complimenti. Fabio.
  • laura cuppone il 26/03/2009 22:59
    davvero bella Marcello...

    Laura
  • Anonimo il 26/03/2009 22:29
    Bellissima.
  • Anonimo il 26/03/2009 21:53
    Carina
    Ciao
    Contessa Lara
  • Michelangelo Cervellera il 26/03/2009 21:40
    l'amore rifiutato spesso si idealizza e ci si macera nella certezza di non saper amare o donare completamente, da li nasce la sofferenza credendo di non saper dipingere o scolpire gesti e sguardi che quotidinamente fanno parte di noi.
    Bella poesia.
    Michelangelo
  • Marcello Caloro il 26/03/2009 21:28
    Questa è la prima poesia che scrivo su richiesta. Sofferta ed impietosa, non era quella che la mia committente si aspettava. Commosso dai vostri riscontri, vi ritengo ormai cari amici: la vostra sensibilità ha colto anche ciò che ho taciuto.
    Grazie a voi. Marcello.
  • Anonimo il 26/03/2009 21:16
    Molto sofferta... altro non commento... Bravissimo
  • loretta margherita citarei il 26/03/2009 21:16
    pittore, scultore dell'anima, bravo
  • cesare righi il 26/03/2009 21:05
    Marcello, la tua bella poesia mi ha riportato ai quadri di Turner, visti a Ferrara qualche settimana fa. Grazie... e non aggiungo null'altro!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0