accedi   |   crea nuovo account

I cieli di Marzo

Appese al cielo di marzo,
nuvole minacciose e scure
avanzano cariche di pioggia ed
il sole, nascosto sta a guardare,

or’ si squarcia il cielo
e passa il raggio
dentro, il calore porta della vita
i fioriti prati è la primavera,
con vigorosa dolcezza, il vento soffia
sui germogli nuovi
e sui frutti nascosti dentro i fiori,
all’ombra della grondaia
gia la rondine ripulisce il nido
s’affretta, anzi l’arrivo dell’esile garrito
che la cena aspetta le boccucce nuove

così Volteggiano i cieli di marzo
in un’armoniosa danza
sugli uomini, nelle case,
risveglia gli amori antichi …

Nei cuori arrugginiti da vane cose.

 

3
6 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ferdinando il 27/11/2015 09:33
    molto bella... complimenti.

6 commenti:

  • Cinzia Gargiulo il 25/04/2010 17:11
    Hai dipinto un genuino quadro primaverile.
    Molto bella!
    Ciao...
  • Ugo Mastrogiovanni il 02/04/2009 10:50
    Versi freschi e profumati.
  • loretta margherita citarei il 29/03/2009 15:37
    caro tanà meraviglioso quadretto abilmente descritto dal tuo cuore puro, esteta della natura.
  • Attanasio D'Agostino il 28/03/2009 19:03
    Grazie giovani... buona domenica

    Tanà.
  • Anonimo il 28/03/2009 16:11
    Piaciuta.
  • Vincenzo Capitanucci il 28/03/2009 00:39
    Bellissima Attanasio... i primi segni di ritorno della primavera... Persefone è uscita dagli inferi... Madre Demetra... ridona gioia... al suo Cuore di Terra...
    Una buona notte... dalle messi... in oro...
    i fiori riportano frutti... e nel volo delle rondini... la cena aspetta nuove boccucce...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0