accedi   |   crea nuovo account

Una doccia di luce per pulirci dagli orrori

Più prendo coscienza più mi sento sporco
di tutti gli orrori di questo mondo

Un velo nero scende sui miei occhi in lutto

colpevoli di non sapere più vedere oltre le apparenze

morte guerre violenze ed ingiustizie sociali

la luce dappertutto splende
in ogni essere e cosa
ma non la vedo più

faccio una doccia
per lavarmi pulirmi

da quel bambino che gioca in mezzo ai nostri rifiuti

lo sporco cade in veli di croste

lavarsi lavarsi lavarsi lavarsi in pianto

con la frenesia dolorosa di una donna che è stata appena violentata

 

1
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • le fabbriche dismesse il 28/03/2009 18:20
    Con questa poesia hai toccato la perfezione!!!
  • Anonimo il 28/03/2009 17:59
    Tutto è diventato un caso mediatico... Tutto sembra essere così poco veritiero... Tutto è facilmente dimenticabile, finchè non ti tocca dal vivo!
    Bravo
    Ciao
    Contessa Lara
  • stefania calussi il 28/03/2009 11:31
    Siamo tutti imperdonabilmente colpevoli di non saper più vedere. Bravo
  • Anna G. Mormina il 28/03/2009 11:21
    ... lacrime di profondo dolore... possono lavare tutto l'orrore che ci sta attorno?
    ... un pugno nello stomaco, ma molto bella... grazie Vincenzo! :o*
  • Anonimo il 28/03/2009 10:35
    Caro Vincenzo
    questa tua poesia, questo urlo disperato e impotente si unisce al mio, a quelli di tanti, che non riconoscono questo, come il mondo desiderato, ma che si ritrovano con l'impotenza tra le mani ad essere costretti ad alloggiare e a sopportare tutto questo orrore.
    Ti leggo sempre, caro Vincenzo le tue poesie raccontano del tuo diario di vita ma anche il nostro.
    Un abbraccio
    Angelica
  • Anonimo il 28/03/2009 07:47
    descrizione di questo mondo che non è più alla portata della ragione, ci abitueremo nei futuri secoli, chi vive sa ma tacia, perchè non è il nostro mondo. bellissima, la più bella, grazie Vincenzo per avercela regalata. salvatore.
  • loretta margherita citarei il 28/03/2009 05:41
    beato chi ha il dono delle lacrime

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0