accedi   |   crea nuovo account

invisibile

tutto il mondo che mi circonda mi è indifferente, tutte le persone che fanno parte della mia vita mi sono indifferenti, ma c’è qualcosa che non mi è indifferente, è quello sei tu. la tua visione mi tormenta, mi uccide, ma quello che mi fa più male è il tuo sguardo. i tuoi occhi mi passano addosso, ma non mi vedono davvero, ed io muoio per questo. ai tuoi occhi resterò sempre invisibile, come un misero fiore in un immenso prato verde, che non riesce a distinguersi dalla massa. ma poi c’è sempre lei, come la guardi, come la tocchi, come la chiami, ed io lì, nell’angolo di quello stupido muro a rimpiangermi addosso. cos’ha lei che io non posso darti? forse il colore di capelli, la sua linea perfetta, il suo modo di essere, è questo? lei ha qualcosa che io non posso avere? si, forse è questo, ma questa volta io non posso cambiare per te. sarò sempre quel fantasma che ti passa accanto, ma che non ti fa nemmeno paura, sarò quella goccia di lacrima che ti riga il viso, ma tu non te ne accorgi, sarò il sole, ma non mi vedrai perché sarò sempre nascosta dietro le nuvole, sempre dietro lei!

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Sergio Fravolini il 20/03/2011 13:34
    Un racconto breve ed intenso.

    Sergio
  • Maria Rosa Cugudda il 18/04/2010 12:46
    Breve racconto, ma molto profondo, la sofferenza ha il posto centrale. La reazione, tuttavia, necessita per spingere oltre il cuore colpito,... e il sole splenderà ancora!
  • nemo numan il 23/07/2009 20:43
    bellissima
  • Anonimo il 30/03/2009 14:38
    I rifiuti fanno male ma non bisogna crucciarsi oltremodo o pensare che in noi possa esserci qualcosa di sbagliato. L'amore è quanto di più precario e meraviglioso ci sia stato donato. . . può accendersi e spegnersi contro ogni nostra volontà o previsione. L'accettazione rassegnata non è partito che condivido così come la tenace ostinazione nell'avvicinare l'altro. Sei giovane, affiderai il tuo cuore a tante altre persone che, mi auguro, sapranno esserne degni custodi! Non demordere! Baci
  • giuliano paolini il 29/03/2009 09:24
    c'è sempre un astro a cui ruotiamo attorno, non ci possiamo fare nulla è scritto nella struttura delle cose di cui facciamo parte, anche il pianeta più lontano non è solo, anche la cometa con una orbita lunga poi ritorna, magari dopo migliaia di anni a fare visita alla stella che la lancia lontano e così noi uomini anche nella apatia e nel disinteresse totale abbiamo il nostro sole che silenzioso e magari inconsapevole di noi pure ci attira in maniera irresistibile.
    perchè?
    è perchè siamo vivi e la vita ha il suo sublimarsi nel raggiungere qualcosa
    e quella parte nobile che si nutre di sentimenti ottiene gratifica nel riversarsi
    nell'oggetto più vicino al nostro pezzetto di puzzle mancante.
    oh che strana cosa la vita che non è autosufficiente ma che nel suo cercare di completare il quadro trova il suo significato superiore.
    baci e colombe

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0