accedi   |   crea nuovo account

il gioco dell'uomo

il sole aveva aspettato a lungo
giocando nel frattempo in altri luoghi
la pioggia protagonista della recita,
la scena era tutta sua
e non tralasciò nessuno dei suoi effetti preferiti
da dove riconoscere il valore della follia?
la ragione ci aiuta solo in parte
così come la vita spiega la morte
e il sogno istruisce la veglia
ecco che anche le parole da sole
suonano orfane
qualcosa manca
e solo il silenzio ci aiuta
in un gioco infinito
che tuttavia è il solo possibile.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • denny red. il 02/04/2010 04:19
    molto.. molto.. bella!!
  • Anonimo il 29/03/2009 18:43
    Se solo l'uomo volesse, potrebbe avere in mano tutto il potere
    di trasformare il buio in luce
    godendosi la magia di una danza sanante della natura in festa.
    Eppure si lascia travolgere dalla troppa ragione, che il più delle volte porta distante, dalle piccole cose.
    Giuliano sempre belle le tue poesie, spunto di profonde riflessioni.
    Ciao
    Angelica
  • loretta margherita citarei il 29/03/2009 13:50
    piaciutisima
  • Donato Delfin8 il 29/03/2009 11:00
    Molto bella
  • Vincenzo Capitanucci il 29/03/2009 10:54
    Bellissima Giuliano... parole in silenzio... fra la vita e la morte... il Sogno infinito... di un Tutto.. possibile...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0