accedi   |   crea nuovo account

Sembrava primavera

Gli alberi ornati
di fiori e frutti,
le aiuole verdeggianti,
gli uccellini cinguettanti,
svolazzavano spensierati.
Sembrava primavera,
solo che la primavera giunse
a sorpresa, in una giornata d’inverno,
quando le tue mani, presero
contatto col mio corpo.
Sapienti pressioni delle tue dita,
mi diedero la conoscenza,
che recondite emozioni,
giacciono in nodose memorie,
su muscoli e ossa.
Finalmente arrivò la primavera,
mi sentivo alto due metri,
e nelle aiuole verdeggianti,
giocavo felice come un bambino.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anonimo il 30/03/2009 20:23
    Bellissima come sempre, ciao Fabio.
  • laura cuppone il 29/03/2009 15:30
    si può viveere in qualsiasi tempo... con qualsiasi tempo...
    come si può morire di freddo... in piena estate...
    bellissima!
    laura
  • Anonimo il 29/03/2009 13:47
    WOW
  • Donato Delfin8 il 29/03/2009 10:52
    Piaciuta

    Un saluto
  • Anonimo il 29/03/2009 10:49
    È bellissima... a volte la primavera ci da dei piccoli assaggi di quel che sarà... bravò.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0