PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Benedetta morte

Nel disegno
morbidamente espresso
come giro di cucchiaio nella cremosa densità

Nel profilo di onde
vellutate, piene

Nei contorni di crudità di miele,
nell’intensità di movimenti,
nella sinuosità
di gesti sprovveduti ma eccellenti

Nella musica dei suoni prodotti
nel pronunciare il mio nome

Fermarmi
guardarle

Mentre sei distratto
mentre sei del mondo

Quando
solo io le vedo,
solo io le posseggo,
le conosco,
colme di nettare,
succosi frutti,
calde, sublimi strumenti,
impietose dolcissime meraviglie...

Nell’elargire
alla mia pelle
paradisi sfiorati e morsi,
estasi di petali e abissi…

Le tue labbra!

Benedetta
morte…

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

19 commenti:

  • laura cuppone il 02/04/2009 00:46
    Cosimo grazie infinite.
    adoro questa poesia e le sue protagoniste...

    Laura
  • francesco ganci il 02/04/2009 00:41
    Un brivido percorre il testo scuotendo le celebrate frasi sulla morte. Così è la passione che prende. Bella. Cosimo
  • laura cuppone il 31/03/2009 19:10
    quando qualcuno che ami non si accorge che lo guardi.. é davvero tutto tuo!!!!
    un bacio di fatina ma uno... uno eh???!!!!
    Lau
  • augusto villa il 31/03/2009 16:01
    ... mentre sei distratto... mentre sei del mondo..."MENTRE SEI DEL MONDO"!!!... Cavoli Laura... veramente una bella poesia... Cattura... e scioglie!!!... Ciao, bravissima!!!
  • laura cuppone il 30/03/2009 23:55
    credo quelle labbra lo siano..
    io ho solo descritto ciò che mi ispirano...
    grazie Riccardo
    Laura
  • Riccardo Brumana il 30/03/2009 23:49
    quando ti esprimi così mi sei irresistibile,
    ogni verso è un petalo delicato che accarezzo piano mentre la leggo...
    BELLISSIMA!!!
  • laura cuppone il 30/03/2009 23:20
    ti voglio bene anch'io.. si, si

    ciao dolce.
    Lau
  • laura cuppone il 30/03/2009 23:19
    giuliano
    anche una parte irrilevante di noi.. come le labbra che parlano e mangiano e sbruffano e sorridono.. sono un particolare che adoro in chi amo... e quindi si, forse, fa capire un po' che tipetto sono, ma a roma non saranno solo boeri... furbetto!!!!

    a presto
    Lau
  • laura cuppone il 30/03/2009 22:59
    grazie Donato e Sophie...
    la sensualità ... si...
    la bellezza...
    Laura
  • Dolce Sorriso il 30/03/2009 13:52
    che bella... si si
    tvb
    Anna
  • giuliano paolini il 30/03/2009 11:34
    è il gesto d'amore supremo quello che racchiude in se il senso tutto dell'esistere
    andiamo nel solo luogo autentico quello dove non servono le istruzioni e tutto si fa
    nuovo, in questo bisogno che ci accompagna è uno dei significati più alti del nostro esserci, anche a roma
    ciao e boeri, piccola colomba.
  • Anonimo il 30/03/2009 09:54
    Davvero sensuale Laura... dolce e passionale come tu sai essere...
  • Donato Delfin8 il 30/03/2009 05:55
    Sensuale.
    Molto piaciuta!
    Magnifico morire cosi
  • laura cuppone il 29/03/2009 22:32
    bello vero sorella?...

    si!

    tvb
    Laura
  • laura cuppone il 29/03/2009 22:31
    grazie nicoletta... sei sempre dolcissima... ù
    un bacio grande
    Laura
  • laura cuppone il 29/03/2009 22:30
    Marcello, come ci si libera da un desiderio?.. cedendovi... naturalmente...

    grazie
    Laura
  • Anonimo il 29/03/2009 22:29
    Bello morire di questa morte.
    Un abbraccio mio tesoro
    Bellissima
    Angelica
  • nicoletta spina il 29/03/2009 22:23
    Come è dolce questa morte... suggellata da labbra desiate.
    Meravigliose metafore che s'involano in grande poesia.
  • Marcello Caloro il 29/03/2009 21:46
    Una liberazione da una dolce, insostenibile, schiavitù desiderata... Bella.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0