PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

l'oste poroso

i fili dell'alta tensione
corrono nella campagna
come tante braccia
che si allungano
a sostenere il vicino,
perdere consistenza e dignità
fino a scivolare nel banale e nello sciocco
di fronte a chi riveste autorità oppure forte carisma
ma nonostante tutto
provare a cercare le parole che possono tranquillizzare
poichè si deve comunque manifestare la presenza di qualcosa
poi
è solo rabbia
veleno e sangue antico che salgono alle labbra
ma quello sputare ossessivo
non riesce a scacciare il senso del ridicolo
che ormai ha scosso da dentro
e un bambino
che lancia una palla contro il muro e ritenta
quasi ignaro
delle leggi che gli riportano immancabilmente ogni volta
il pallone vicino.

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • augusto villa il 12/08/2012 16:10
    Bravo Giuliano!... Un modo davvero originale per esternare concetti profondi... --------
  • antonio castaldo il 31/03/2009 21:49
    anche per me... molto bella. ciao
  • Vincenzo Capitanucci il 30/03/2009 22:38
    L'unione in un flusso di coscienza... da dignità... coscienza... all'umanità... mentre un bambino gioca... tranquillo... con le forze di gravità...
    Molto bella Giuliano... se non si va in osmosi dall'oste poroso... si va a rischio di Ostioporosi...
    Ca...
  • loretta margherita citarei il 30/03/2009 21:27
    bravo
  • Anonimo il 30/03/2009 21:24
    Particolare... molto... mi fa rilfettere... che non è poco!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0