PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

8: tra la pioggia ed il sonno.

tazze di the, termosifone,
brulicano come a primavera
voci della TV
mentre mio padre s'addormenta.
Stanchezza nelle membra
ma il timore di domani
piange sotto una foglia
di un geranio vellutato.
Ha smesso di piovere
ed il vento
tra le mie stupide parole,
su un pentagramma sporco
come quando non vedevo,
eppur dovrei, amica mia,
arrivare almeno fino a cena.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • loretta margherita citarei il 04/04/2009 21:49
    carina
  • Emanuela Lazzaro il 04/04/2009 18:01
    Non so se tutti questi commenti siano positivi o meno; tuttavia so che tramite le vostre riflessioni ho riscoperto un mondo dentro di me che non comprendevo appieno. Quindi grazie!!!!!
  • Ugo Mastrogiovanni il 04/04/2009 11:21
    Inquietudine sottolineata da graziosi versi sostenuti da artifici linguistici tipici dell’affinità che l’insicurezza interiore ha con l’ermetismo espressivo.
  • Adamo Musella il 31/03/2009 00:37
    Versi in quotidiano, pensieri sciolti su note calde di una giornata tra le tante... descrizione autentica della vita mancavano le tue poesie Emanuela baci

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0