PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

I tuoi pensieri

Sono fili di seta
che si sciolgono
in canto di preghiera.
Ora ridono, interrogano,
rispondono
a mie domande eterne.
Penso, dunque sono,
diceva Cartesio.
Soffro, dunque sono.
Amo, dunque sono
ancora creatura di speranza!

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anonimo il 08/04/2009 07:31
    La speranza che dobbiamo tenere sempre accanto a noi! Un caro saluto
    Giovanna
  • loretta margherita citarei il 31/03/2009 14:53
    bella, si è solo se si ama
  • Anonimo il 31/03/2009 13:32
    sensazioni concrete, tattili.
    bella
  • Anonimo il 31/03/2009 13:18
    Carina
    Ciao
    Contessa Lara
  • giuliano paolini il 31/03/2009 10:27
    quando tutto ci è estraneo e pare quasi non respirare più, come una borraccia di ossigeno la speranza in qualche modo ridesta la vita e quell'istante è carico di significati che a volte riescono a ridestare un cuore che pareva perduto.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0