accedi   |   crea nuovo account

Tra “il mondo questo” e il terzo Regale.

Non posso aiutare il padrone di te stesso,
impedirebbe a te
d’impedirmelo!

La pace dei miei sensi
è tra il vento e la stoffa di quelle vele,
quindi
fuori dalle mezzelune artificiali
di questo tunnel dalle fessure parlanti

L’unicorno
è del bosco!
Il mio letto
un guscio di noce,
le mie spalle bianche e piume,
i miei piedi scalze delizie

Devo tornare al più presto
tra” il mondo questo”
e il terzo Regale,
il terzo anello di collana,
il terzo capo dell’intreccio,
la terza luna nel mezzo

Vedo chinarsi foglie al mio cammino…

…E ricordo petali sul viale
che tu gettasti al mio passaggio stupito,
ricordo la tua mano accompagnarmi
tra le candele prima
e poi
sul Trono…

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • laura cuppone il 02/04/2009 23:05
    grazie Riccardo.

    un abbraccio
    Laura
  • Riccardo Brumana il 02/04/2009 21:41
    bellissima, sembra sospesa tra il sogno e la realtà...
  • loretta margherita citarei il 02/04/2009 21:20
    mi piace
  • laura cuppone il 02/04/2009 12:34
    grazie Ugo!!!
    ogni volta che passi dai un valore maggiore alle mie... folli figlie..

    un abbraccio e spero di vederti a Roma

    Laura
  • Ugo Mastrogiovanni il 02/04/2009 10:38
    Sensibile ai problemi del suo arcano, con questi singolari versi Laura C traduce stati d'animo intensi, interiori conquiste e memorie personali, e fa uso di un linguaggio lirico allusivo e coraggioso che, anche se non di semplice intuizione, diffonde un particolare fascino.
  • laura cuppone il 02/04/2009 00:36
    ciao folletto del cuore..

    grazie

    tvb
    Laura
  • augusto villa il 02/04/2009 00:17
    Bellissima, ricca d'immagini... Si inizia leggendo... e ci si ritrova in un sogno... Ciao... Regina delle fate!!!
  • laura cuppone il 01/04/2009 23:39
    grazie
    potersi sorprendere é già incantevole.

    ciao Cosimo
    Laura
  • francesco ganci il 01/04/2009 23:22
    Il testo che danza s'incanta nell'anima e rimango sorpreso. Mi piace. Cosimo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0