accedi   |   crea nuovo account

Calze bianche

Calze bianche per lui
il nylon che sfuma alla luce
io come bambola antica

e il caldo che preme
la sua mano in quella trama che vela

e scivola calda
risale fino al bordo più scuro

fin lì
dove inizia la notte

e trema
in un incerto indagare

seguendo la voglia
in quel tutto e in quel nulla.

Eppoi sfiora la mente
affilata si tende

poi lui piega le labbra
è punta di lingua

uno spasmo che stringe
e brucia le guance


il cuore
la pelle
in una notte che sfuma in un cielo di stelle.

 

0
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • cristiano comelli il 05/11/2014 14:03
    Poesia di venatura erotica ma porta con dolcezza, un paio di calze ben "gestito" da una donna è sempre fattoredi forte eccitazione per noi maschietti. Complimenti e cordialità.

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0