accedi   |   crea nuovo account

La filosofia della formica

La filosofia della formica

Na vecchia cicala che ancora cantava
s'accorse che er tempo de corza passava
guardò la formica penzo "disgraziata
lavora de' brutto sempre affaticata"

La formica la vide "me fai compassione
te soni e te canti la stessa canzone
la morte è vicina è come na iena.
tu te mori a digiuno...
io co la panza piena".

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • laura il 04/07/2012 15:13
    Molto simpatica! mette allegria ciao
  • Enrico Ravetta il 14/04/2011 23:36
    Divertente è una favola vecchia come il cucco ma è sempre bella mi hai fatto ricordare quando mia nonna me la raccontava
  • Carmelo Trianni il 24/04/2008 21:26
    vecchia favola ma sempre di grande effetto : )
  • alfonsa palacano il 17/10/2007 16:27
    Una simpaticissima fantastica poesia che mette di buon unore.
    Grazie per averla con noi condivisa.
    Alfonsa
  • rossella bisceglia il 28/03/2007 22:04
    10L
    divertente, profonda, stimola la riflessione!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0