PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Sta volta mi dico che..

Mi dico che la vita
va presa ridendo,
mi dico che per esistere,
non c'è bisogno
di una media troppo alta,
mi dico che per vivere,
non bisogna arrendersi
di fronte al mondo plumbeo..
trovare la libertà..
talvolta inghiottita dal dovere.
Il rimorso lacera la coscienza,
sporca d'acqua putrida,
il pavimento dell'anima,
ed io.. resto qua..
In mente rimbomba
Eros che canta : "Siamo ragazzi di oggi"
e per questa volta
in mano,
una penna riuscirà
a descrivere i tratti di gioia,
che ora mi colmano,
non tenterà di risolvere
l'equazione interminabile
di questa complicata realtà.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 13/08/2009 11:08
    sei... libera... se ci riesci. complimenti
  • stefano manca il 05/04/2009 21:33
    la libertà è una condizione interiore... i doveri non possono limitarla una volta raggiunta... la tua penna non risolverà forse l'equazione... ma senza dubbio darà tratti di gioia a tutti noi... brava Stella
  • antonio castaldo il 03/04/2009 20:19
    veramente brava... complimenti. kiss
  • Vincenzo Capitanucci il 02/04/2009 23:45
    Bravissima Stella... di oggi... una penna... farà una rivoluzione di gioia... ogni equazione ha una soluzione... o quasi... la vita... si...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0