PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

fantasia notturna

Acune sere,
il tetro fantasma della solitudine,
vaga mella mia mente,
trascinando rumorose
catene.
M'assale la malinconia,
quel sottile stato
di tristezza
ed il pensiero va
a ritoso nel tempo,
ma solo memorie
di tristi amori
affiorano.
Amori passati,
bimbi nati
morti ancor prima di viverli,
baci spenti
su labbra di veleno.
Mi rifugio così nell'onirico,
mia psicologica ancora
di salvezza.
Ed io Cinderella
dei perduti sogni,
vivo un'immaginario amore,
per non svegliarmi al mattino
con lacrime amare sopra il cuscino.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Domenico Montaleone il 04/04/2009 17:02
    Tristemente bella!
  • Anonimo il 04/04/2009 10:32
    Molto sofferta... ma bellissima!
  • Vincenzo Capitanucci il 04/04/2009 09:20
    Bellissima Cindy... il sogno... è un angelo... e gli amori immaginari... ci fanno volare ancora di più... nell'anima delle cose... ritrovando... il sogno...

    tvb..
  • Donato Delfin8 il 04/04/2009 07:27
    Molto bella

    Bravissima
  • Anonimo il 03/04/2009 23:25
    i fantasmi della notte, ricordi di amori trascorsi si affacciano, impertinenti, meglio sognare, quando il peso del passato è troppo oneroso da sopportare.
    bellissima
  • Marcello Caloro il 03/04/2009 22:45
    I sogni traggono alimento dai desideri inappagati. M.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0