PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Vitale profondo

La mia bestia feroce giace supina
accovacciata al sole

guardando dolcemente

con i suoi occhi chiari
i risvolti dell’Alto

giocano i bambini
felici di darle qualche carezza

ferocia dimenticata

non si ricorda neanche più l’odore delle notti buie di violenze insanguinate

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Anonimo il 04/04/2009 18:45
    è l'evoluzione o no? ciao vinc. salva.
  • Anna G. Mormina il 04/04/2009 17:30
    ... quella 'bestia' non è poi tanto feroce se riesce a guardare dolcemente...
    ... la trovo dolce!
  • francesco ganci il 04/04/2009 16:50
    Molto bella davvero. Cosimo.
  • Rodica Vasiliu il 04/04/2009 11:29
    La bestia... domata...

    R
  • Anonimo il 04/04/2009 10:51
    Metamorfosi... toujours mon capitaine...
  • loretta margherita citarei il 04/04/2009 06:00
    bella

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0