PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La nebbia del nord

Scende all’improvviso la nebbia del nord,
conquista ogni via.
Rastrella la foschia assopita sull’abitato
la deforma a sua somiglianza,
le carpisce i segreti del giorno.
Entra nel privato la nebbia del nord.
Procede perfida e buona, fredda e misteriosa,
vaglia ogni cosa,
foriera di passioni la nebbia del nord.
Per i fidanzati diventa complice di tentazioni;
ricama labili alcove di rugiada
spalma la strada di sipari impenetrabili,
Intreccia mani e sospiri, lusinghe ed inganni
innaffia labbra assetate,
sveglia membra assonnate,
germina affanni, spegne il desiderio.
Tinteggiatura monocromatica la nebbia del nord,
dirittura senza meta.
Offusca il pensiero, punge le ossa,
cancella il sentiero, sopprime la sorte,
diventa drammatica,
amore e morte la nebbia del nord.
(2005)

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

11 commenti:

  • Anonimo il 25/04/2009 17:17
    Sublime.
  • marco dossena il 24/04/2009 16:50
    mi ha veramente emozionato.. e non aggiungo altro se non che e' bellissima
  • Anonimo il 24/04/2009 13:50
    il duplice aspetto della nebbia, romantica e misteriosa complice degli innamorati, ma anche insidia e pericolo nele strade.
    Molto bella, io che sono del nord, amo anche la sua nebbia.
  • Anonimo il 22/04/2009 15:54
    Molto suggestiva... Un'immagine fotografica della scena che però suscita emozioni profonde..
    Complimenti!
  • Anonimo il 20/04/2009 19:21
    Bravo, complimenti
  • Maria Lupo il 13/04/2009 00:20
    Molto bella.
    Non dico che mi fa rimpiangere"la nebbia del nord", sarebbe un po' troppo... ma certo ne dà una visione suggestiva, sul piano simbolico e non solo
  • Donato Delfin8 il 05/04/2009 08:36
    Molto bella
  • Emanuela Lazzaro il 04/04/2009 18:08
    Un bellissimo spaccato della mia adorata nebbia della Val Padana quando i primi freddi indugiano nella rugiada del mattino... Amore e morte così come il ciclo delle stagioni (che purtroppo si ridestano ogni tanto come fantasmi nel passato...). L'amore ed il lavoro fanno brutti scherzi a volte... grazie per il commento alla poesia Emanuela Lazzaro
  • loretta margherita citarei il 04/04/2009 16:31
    molto ma molto bella
  • gianluca riggi il 04/04/2009 11:41
    Mi è piaciuta moltissimo, bravo!
  • Rodica Vasiliu il 04/04/2009 11:40
    Brrrr... Mi fa venire i brividi... ma, come sempre, mi piace!!

    R

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0