PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Profumo di tempi lontani

I sogni
presi al laccio
erano i miei aquiloni

Ora
il filo è spezzato
gli aquiloni volati via

Il cielo vuoto
le mani
conchiglie senza perle

Memore il vento
mi riporta l’odore
del gelsomino in fiore

Rivedo il giardino dell’infanzia
……ed il mio pianto
diventa……... rugiada

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anonimo il 25/05/2009 16:17
    questa sembra una delle metamorfosi di ovidio.. bella
  • Anonimo il 07/04/2009 09:29
    .. non ti conoscevo... in sincerita' devo dirti che ho riletto piu volte questa tua
    bellissima poesia.. mi hai emozionato.. ho poi guardato la foto e ho immaginato il momento in cui l'hai dipinta.. sembra quasi che la brezza del mare che guardi in lontananza ti porti questa malinconia...
    Aurora
    Guarda oltre.. non ti sembra di vedere un altro acquilone????
  • Luigia R. T. il 06/04/2009 09:02
    Grazie Loretta e grazie Vincenzo!
    I vostri complimenti mi emozionano sempre... soprattutto dopo aver letto le vostre bellissime composizioni!
  • Vincenzo Capitanucci il 06/04/2009 03:46
    Bellissima... sei molto brava...
  • loretta margherita citarei il 05/04/2009 06:48
    mi piace

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0