accedi   |   crea nuovo account

Ricordi

Ricordi, mi parlano di sfumature, tratti, linee e gesti.
Vecchie fotografie,
finora semplicissime fotografie,
illuminano il passato,
si scontrano con l'animo.

Ricordi, mi gravavano ingenuamente nella mente con vibrazioni, parole, suoni e canzoni;
ma sono piu limpidi e comprensibili.
Quanta amarezza,
leggera brezza
che trafigge il cuore con accortezza,
inaspettatamente e involutamente,
quei sogni disperatamente irrealizzati.

Ricordi che sembravano svaniti,
in un attimo risalgono in una vampata,
parte dalle viscere e sale su,
un vortice di fuoco,
come se bruciasse all'interno
per il dolore concesso e subito.
Nell'assurdo dolore,
rancore per le cose belle.

E poi...

Ricordare quell'uomo rivolgerti quegli sguardi,
diretti come dardi;
quei sorrisi,
disillusi, convincenti ma nello stesso tempo smarriti,
quella personalità che invaghiva,
dava fiducia,
anche se ora brucia
si capisce la sua debolezza.

Anelava qualcosa di immenso in lui,
crollato e caduto in baratri bui.
Giustificatosi cosi per il volere Divino.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anonimo il 27/05/2009 22:29
    Talvolta delle persone segnano la nostra vita, feriscono la nostra delicata infanzia rubando una parte della nostra vita.. ma ciò fa si che viviamo un'esperienza che ci insegna come non sbagliare più.
  • eleonora davoli il 07/04/2009 16:21
    ne ho scritta una con lo stesso titolo..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0