PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il mio Oceano

Il mio Oceano è immenso, sconfinato.
Esso non ha strade ne' spiegazioni.
E tra le sue schiume bianche ed i flutti celesti, il mio Oceano non trova ragioni, solo un perdersi d'anima e corpo;
Un lento defluire verso il basso, verso un abisso di cobalto che tutto inghiotte senza versare lacrima alcuna.
E siamo tu, io, e l'Oceano in questa danza senza peso, in questo solitario vortice di parole.
Tu, io, e l'Oceano con i suoi echi, i suoi strazi, i suoi incomprensibili mal'umori fatti d'imperiosi silenzi e di vertiginosi baratri di colore.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Antonio Pani il 08/08/2006 09:26
    Bella, credo che il tuo Oceano sia il tuo percepire la vita che attraversi, con le diverse emozioni e sensazioni che ci trasmette.
  • Giovanni Di Girolamo il 28/07/2006 15:10
    Ciao Ivan,
    complimenti per "i vertiginosi baratri di colore"... come sono espressivi e forti i tuoi versi.
    È vero, non c'è confine tra poesia, musica e pittura!
    Giovanni
  • augusto villa il 26/07/2006 22:08
    Io spesso trovo che la pittura e la poesia siano molto simili. Bella poesia, echi, strazi, il blu cobalto, vertiginosi baratri di colore, silenzi imperiosi, schiume bianche, sono colori usati molto bene per dipingere questo bellissimo immenso, sconfinato quadro.
    Ciao.
  • Matteo Sardelli il 26/07/2006 18:34
    La poesia è molto bella, ma cos'è esattamento "il tuo Oceano"?

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0