PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Come un tempo

Se la mia pazzia fosse viva
potrei parlare coi miei dubbi.
Provavo tenerezza nel vederti dormire
e se sia amore, adesso, non ha più importanza.
Così come il passato.
Così come il futuro.
Tutto è insipido ai miei sensi; adesso
non ci uniscono che promesse da marinaio.
Il mio paese è tornato quello di un tempo.
Opaco. Squallido.
Succhio un filo d’erba gialla dondolandomi
piano.
Una parte di me sta soffocando viva
in una bara di cristallo.
Questo parco è tornato quello di un tempo.
Opaco. Squallido. Nostalgico.

 

1
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 07/10/2012 09:11
    ... di un nichilismo senza
    scampo, ottima,
    complimenti...

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0