accedi   |   crea nuovo account

Un vento vagabondo

Mi perdevo in quell'amore senza sole
che addormentava il mio respiro

era un vento vagabondo
un volo d'ali mute

e pugnalavo i miei sogni in quell'averti
nelle vene accese del cuore

in quel pianto che fluiva
attorcigliato al piacere.

E vestita di bianco
aspettavo l'ombra gelosa della sera

spengevo l'ultimo riflesso di luce dai tuoi occhi
e morivo lentamente

lì dove finiva il delirio
e cominciava la notte

e masticavo l'anima
accarezzandoti.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • laura cuppone il 24/09/2007 13:47
    mi piacciono i termini e il loro significato...
    forte.
    ciao L
  • sara rota il 15/04/2007 17:26
    Poesia alquanto trista, ma scritta in modo armonioso. Davvero carina,,,

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0