PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Cuore di lattuga

mi disse
che infilava le trappole per topi
dentro il vano motore perché
di notte
le faine
mangiavano i cavi elettrici,

mi disse
che era vegetariano e che
dava da mangiare al gatto solo verdura,

disapprovai,
il piccolo felino
morì.

ci rivedemmo,
in un locale lì vicino

lui ordinò una insalata enorme,

io una bistecca
che
fu servita su un piatto d'argento
con due foglie verdi di lattuga
belle
croccanti di stagione,

ebbene,
le posai sopra il suo insalatone...

lui sobbalzò, e
con un no
le sciupò sulla tavola

perché hanno toccato carne,
disse.

 

1
7 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 23/04/2012 17:30
    ... sfiziosa,
    e direi anche originale,
    molto bella
    la chiusa,
    complimenti.

7 commenti:

  • Donato Delfin8 il 13/04/2009 18:53
    Simpatica!
  • loretta margherita citarei il 08/04/2009 21:13
    simpatica, ho un amico vegetariano, mi piace perchè non mi impegna a cucinare, quando s'invita
  • Anonimo il 08/04/2009 20:27
    stuzzicante
    piaciuto
  • Vincenzo Capitanucci il 08/04/2009 18:53
    Credo che le faine gli hanno mangiato... i fili dell'anima...
    Contraddizioni assurde... classico esempio di eccessivo fanitismo...
    Bravo Alberto...
  • Anonimo il 08/04/2009 18:12
    mi disse che infilava le trappole per topi dentro il vano motore perché di notte le faine mangiavano i cavi elettrici, mi disse che era vegetariano e che dava da mangiare al gatto solo verdura, disapprovai, il piccolo felino morì.
    Ci rivedemmo, in un locale lì vicino, lui ordinò una insalata enorme, io una bistecca che fu servita su un piatto d'argento con due foglie verdi di lattuga belle croccanti di stagione, ebbene, le posai sopra il suo insalatone... lui sobbalzò, e con un no
    le sciupò sulla tavola perché hanno toccato carne, disse.

    Alberto,
    ma questa non è poesia. È prosa... una bella prosa!

    Firmato
    Una fan dei tuoi racconti!

    Ciaooooooooooooooooo
  • Anonimo il 08/04/2009 16:57
    Bella questa...!!!!
  • Anonimo il 08/04/2009 15:43
    quando si dice la froza delle idee in cui uno crede... bella alberto

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0