PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Parole mute

Ascolta il mio silenzio
perchè nulla ho più da dire,
non potrò produrre altro che una parola vuota
una sonorità completamente muta,
un continuo ingoio e rigurgiti
di silenzi.
Solo pensieri che si formano
come grandi bolle roventi e fangose
che scoppiano una dopo l'altra,
s'afflosciano
e ritornano nel magma del concetto.
Non c'è risposta,
la lingua è rotta...
.. ascolta il mio silenzio.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

28 commenti:

  • giuseppe gianpaolo casarini il 16/09/2015 08:12
    Un bel poetare.. brava!

    ggc
  • marina il 15/07/2014 18:01
    Un continuo ingoio e rigurgito di silenzi, quando nessuna parola e' piu utile, e quelle che vorremmo dire ci muoiono dentro, nel magma rovente delle idee che non avranno suono. Bellissima poesia.
  • augusto villa il 16/04/2011 15:11
  • Giacomo Scimonelli il 02/07/2010 08:15
    ... ascoltare il silenzio... a volte il silenzio squarcia qualunque coscienza
  • Aranel_75 il 14/04/2010 15:41
    .. il silenzio è carico di significati...
  • Sergio Fravolini il 14/04/2010 15:38
    La sola rabbia che morde nell'ascolto del solo silenzio.

    Sergio
  • Fabrizio Cipollini il 16/02/2010 16:37
    la parola muta non è priva di sonorità o di vibrazione. Complimenti
  • Anonimo il 21/01/2010 15:11
    Davvero senza parole, sorprendente complimenti
  • Andrea Ortelli il 08/07/2009 22:07
    Mi lasci senza fiato
  • Nicola Saracino il 22/06/2009 22:08
    La parola vuota, la "sonorità completamente muta" nel pantano magmatico dei concetti, è l'anti-poesia cui si oppone il silenzio-humus della creazione. Intuizione profonda, che si sviluppa durante la scrittura e si chiude al suo apice. Bravissima Tanya. Nicola
  • Nicola Saracino il 22/06/2009 22:08
    La parola vuota, la "sonorità completamente muta" nel pantano magmatico dei concetti, è l'anti-poesia cui si oppone il silenzio-humus della creazione. Intuizione profonda, che si sviluppa durante la scrittura e si chiude al suo apice. Bravissima Tanya. Nicola
  • Anonimo il 13/05/2009 23:37
    ... bellissima... fammi ascoltare ancora i tuoi silenzi...
  • nemo numan il 24/04/2009 21:09
    bella
  • Adamo Musella il 23/04/2009 21:56
    Pensieri diffusi senza parole, il silenzio impone riflessione... molto brava Tanya baci
  • Donato Delfin8 il 13/04/2009 18:58
    Bellissima
  • Marcello De Tullio il 11/04/2009 17:43
    Se tutti ascolterebbero il silenzio di un cuore in pena vivrebbero in un mondo migliore fatto di amore per chi soffre. Complimenti. i
  • Anonimo il 10/04/2009 18:04
    Bella e disperante. Brava.
  • Nico Iuliano il 09/04/2009 21:48
    Il rumore del silenzio...
  • francesco ganci il 09/04/2009 00:26
    Nel silenzio vivono latenti tutte le nostre espressioni e le nostre emozioni, chi riesce ad entrarvi ha fatto breccia nel nostro cuore. È molto bella.
    Cosimo
  • antonio castaldo il 08/04/2009 23:48
    mi è piaciuta!
  • Dolce Sorriso il 08/04/2009 23:10
    molte volte le parole non servono
    piaciuta!
  • Anonimo il 08/04/2009 21:11
    Bellissima, nel silenzio di parole l'anima parla e il suo dire vale più di milioni di parole.
  • loretta margherita citarei il 08/04/2009 21:06
    bella
  • tanya belletti il 08/04/2009 20:51
    Si vincy, troppi blà blà blà..
    ci vorrebbe un po' d'intuito...
  • Anonimo il 08/04/2009 20:48
    seducenti versi...
    bellissima!!!
  • Vincenzo Capitanucci il 08/04/2009 20:42
    Bellissima... Tanya... nel magma del concetto... la lingua è rotta...

    Ascolta il mio Silenzio... intuisci...
  • Anonimo il 08/04/2009 20:23
    anche il silenzio può essere molto loquace, se si sa ascoltare.
    bella poesia
  • Aedo il 08/04/2009 20:19
    È vero, nella nostra società siamo abituati a parlarci addosso, riducendo la parola a un suono, svuotato di ogni significato: la comunicazione si perde, s'impongono solo assurdi monologhi. E allora è forse meglio il silenzio... Bravissima!!! La tua poesia mi è piaciuta moltissimo.
    Ciao
    Ignazio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0