username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Rintocchi di campane del 06 aprile

. . . _ _ _. . .
scompare
la terra
sott’ai piedi,
rapprende
l’aria
nei polmoni,
gl’occhi
piangono lacrime
riarse,
sussulti
incontrollati
d’impotenza
… scorrere
d’ogni breve
esistenza
… consapevolezze
sgretolate,
ridotte a polvere
… scagliate
nella voragine
devastante
dell’angoscia
… che inghiotte
ricordi
affetti
progetti
l’intera vita
… richiamata
a ragion d’essere
da rintocchi
di campane

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

11 commenti:

  • Antonio Pani il 17/10/2009 11:49
    Forte e toccante., belle le immagini che "bloccano" in modo efficace il momento, l'emozione. Suoni indelebili, sensazioni eterne. Io l'ho sentita così. Complimenti, a rileggersi, ciao.
  • alice costa il 07/08/2009 10:30
    ... sono commossa...
    bravissimo
  • Marcello De Tullio il 14/05/2009 19:47
    Molto piacevole
  • ANNA MARIA CONSOLO il 11/05/2009 15:47
    Lo sai che è la mia preferita...
    un bacio
  • Anonimo il 07/05/2009 14:44
    bella Massimo... da persona sensibile quale sei riesci ad esprimeri con versi
    profondi la devastazione del dolore,,
    Aurora
  • Vincenzo Capitanucci il 27/04/2009 15:31
    Bellissima... mi sento in perfetta concordanza... con le tue campane... Massimo...

    Consapevolezze sgretolate... a ragion d'essere... richiamate...
  • Luigia R. T. il 27/04/2009 15:30
    Bella e drammatica, esprime con toccanti accenti l'irrimediabile devastazione delle cose e delle esistenze!
    Bravo!
  • Rosy Rosalba Piras il 11/04/2009 15:20
    Come tutte le persone sensibili hai scritto in questa tua poesia tutto il tuo dolore
    che è quello di tante persone, chi è rimasto vivo dovrebbe ringrazire Dio per l'opportunità che ha ancora... LA VITA! Molto bella, bravo
  • Anonimo il 09/04/2009 22:30
    Bella.
  • loretta margherita citarei il 09/04/2009 21:01
    bravo, bella max
  • Anonimo il 09/04/2009 18:34
    Intanto neanche davanti a queste disgrazie, le persone smettono di essere superficiali e non capiscono che ogni attimo vissuto in più è solo un dono.
    Un momento di dolore per tutti, ma specialmente per chi si è trovato costretto a scontrarsi con questa crudele realtà.
    Ciao Massimo molto apprezzata la tua poesia

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0