PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Mare d'inverno

Sto davanti al mare d’inverno
quando la spiaggia è vuota e quieta.
E solo il vento spolvera i ricordi
del passato estate, tra le nuvole bianche
ed i blandi raggi del pallido sole.
Guardo il cielo d’un azzurro
incredibilmente intenso,
come impolverato di cristallo.
E le lacrime, come le onde,
si infrangono sul viso malinconico
e si mischiano con il triste singhiozzo
del mare che chiama i gabbiani.
E tutte due sentiamo
l’estrema stanchezza dell’anima.

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • bruno guidotti il 13/04/2009 17:49
    Grazie per aver commentato " Un Aquila vola" e molto bella il tuo : " Mare d'inverno " un cordiale saluto.
  • loretta margherita citarei il 12/04/2009 20:19
    bella
  • Anonimo il 12/04/2009 18:42
    Meravigliosa.
  • francesco ganci il 12/04/2009 14:34
    molto espressiva e malinconica... bella. Auguri di Buona Pasqua.
  • Vincenzo Capitanucci il 12/04/2009 12:48
    Mar nero... ma non Mar Morto... echeggiano in singhiozzo... ricordi azzurri... nelle ali di liberi gabbiani...
    Solo un po' di stanchezza dell'anima... ben dovuta... a mille vicissitudini...
    Un abbraccio Pasquale... Rodica... noi ne festeggiamo due...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0